le Langhe - mariotto

paesaggio
gertrude
le pagine di mariotto
il Guzzino di Umberto
quando Umberto mi fece fare un giro
Pubblicato da m.o. - 2/8/2020
Il Gorgonzola
Incarico mal terminato
Pubblicato da m.o. - 22/7/2020
L'Eiar e Clara Iaione
quando la Radio trasmetteva Vittorie e Canzoni
Pubblicato da m.o. - 18/7/2020
Vai ai contenuti
limone e la Langa


Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.

Cesare Pavese

Le Langhe


sono due una è bassa e l'altra è alta. I Langotti che sono i nativi di Langa fanno alto e basso come meglio gradiscono.  I paesaggi  i vini e la cucina tipica la fanno da padrone. Qui si producono con una concorrenza educata ma sfrenata i famosissimi: Barolo, Barbaresco  Nebbiolo, Dolcetto e Barbera e pure il  Favorita (vitigno d'origini liguri usato per le Topie (pergole o pergolati estivi) anche del Moscato. Si producono da sempre le famose Tume di feja (pecora) o miste ovine, caprine e di vacca. Abbondano noccioleti (questa è la terra della nutella).   Ma definiti  Langaroli, gente avvezza alle fatiche di terre mai pianeggianti e dove le discese sono più faticanti che le salite. Transitando per Langa bisogna prestare la massima attenzione  alle Masche. (streghe locali). In estate c'è poi il marino. Un vento umido che ha profumi liguri e come menzionava Fenoglio da Mombarcaro alt.860 m. si vede il mare. Quel Fenoglio per me: non la contava giusta. Quante volte mi ci recai e mai vidi mare neanche col binocolo. In compenso staziona un aereo sul sagrato della Chiesa ma questa è un'altra storia. Chi viene in Langa oggi non vedrà più i tumbarei (carri) trainati dai buoi ma sfreccianti trattori utilizzati per mansioni pesanti che erano riservati ai masuè (mezzardi)  I turisti e abitanti dovranno prestare attenzione!

m.o
 
 
 


limone e la Langa
Aleggiava da sempre intorno a Johnny una vaga, gratuita, ma pleased and pleasing reputazione d’impraticità, di testa fra le nubi, di letteratura in vita.

Beppe Fenoglio
(il partigiano Johnny)
ocaporca
Created with WebSite X5
Torna ai contenuti