La Corale Stefano Tempia - le Storie di mariotto - albarettotto

da Albaretto della Torre
il ristoro
è stato inventato il ristoro
Pubblicato da m.o. - 25/11/2020
La Corale Stefano Tempia
A Torino la Corale Stefano Tempia
Pubblicato da m.o. - 15/9/2020
Vai ai contenuti
ripippo

La Corale Stefano Tempia

albarettotto
Pubblicato da in Ricordi ·
Anselmo era un corista e cantavamo nella Stefano Tempia. La Stefano Tempia era a Torino famosa per il passione dei partecipanti uomini e donne che ne facevano parte. A quei tempi il repertorio a 5 voci di Polifonia con repertori classici: Orlando di Lasso, Pierluigi da Palestrina, Monteverdi, Perosi tanto per citarne alcuni. Mi risulta che ci sono stati cambiamenti di repertorio ma mi riferisco agli anni 50 allora diretta da Virgilio Bellone e coadiuvato da Eros Cassardo e altri provenienti dal Conservatorio G.Verdi di Torino. Ne feci parte e venni inserito come baritono avevo una bella voce e intonazione.. Studiai solfeggio sia scritto che cantato e storia della musica. Eravamo un bel gruppo di amici. Eseguivamo Concerti ed eravamo tutti dilettanti allo stato puro. L'episodio che racconto fu quando invitati a Roma per qualche concerto e anche a cantare in San Pietro. Allora e forse anche oggi fu motivo di orgoglio dopo mesi di preparazione e prove salimmo sul treno per Roma a Torino P.N. era sera e occupammo i posti a noi riservati. Eravamo un bel numero tra coristi e insegnanti. A Roma ci saremmo esibiti solo con voci maschili e cantammo un Sanctus e un Ave Maria. Le donne erano escluse, Il Concilio Vaticano 2 era a divenire. Ricordo le prove e gli esercizi sul treno e sul medesimo all'altezza di Civitavecchia indossammo lo smoking. Ricordo che il Papa era su un tronetto a destra del Bernini e noi di fronte. La Chiesa era gremita. Al termine ci fu la cerimonia del baciamano al Papa. Anselmo Fracchia mi precedette e quando Pio XII allungò leggermente la mano esso stesso allungò la sua ed esclamò "Piacere Fracchia" Ricordo un mormorio di disappunto e anche qualche rumore breve di riso. L'episodio fu messo a tacere ma il ricordo e la coincidenza Fracchia ancor oggi mi diverte. Anselmo comunque anticipò Villaggio.



Torna ai contenuti